GROPPELLO VINO ROSSO

Vino che si fregia della Denominazione  di Origine Controllata dal 1977, fra i primi in Italia a ottenerla, il Groppello è tra i vini rossi bresciani quello che maggiormente identifica  il nostro territorio. Uva autoctona che necessita di  terreni morenici, per questa ragione la sua presenza in Valtenesi è pressoché  esclusiva . Le doti di eleganza, equilibrio, le ricche sfumature di gusto, ne fanno  del Groppello un compagno ideale nell’unione ad altre tipologie di uve con cui da sempre si accompagna. In questi matrimoni il Groppello apporta eleganza,  nobiltà. Da tradizione viene accompagnato a Marzemino, Sangiovese e Barbera.  In Valtenesi è presente  anche il vitigno Rebo (si tratta di un incrocio merlot/teroldego ottenuto nel 1948 dall’agronomo Rebo Rigotti), anche questo i produttori lo uniscono al groppello per ottenere un vino di particolare complessità. Il Gropello è un vino antico, che ha origine dall`omonimo vitigno, appartenente alla famiglia dei Pinot , da sempre coltivato in Valtènesi. All’olfatto è un vino gentile, equilibrato, dal colore rosso, di media intensità, esprime la sua eleganza, dominano la fruttuosità e lo speziato. Al gusto è apprezzata la persistenza, l`equilibrio e la gradevolezza; la sapidità è la caratteristica principale. L`alcolicità è moderata, varia in funzione dell`andamento stagionale. In qualche caso il vinificatore usa appassire una contenuta percentuale delle uve sui graticci ( 10 / 20%), il che comporta un aumento dell`alcolicita e del corpo; cosi facendo vengono condensate alcune delle caratterische del vino Groppello. Il Groppello è leader tra i vini rossi bresciani.